Differenze tra le versioni di "La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009"

Da Escola Finaly.
(Creata pagina con '{{Title_3 |'''La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009''' |Agustí Chalaux i de Subirà <br /> <video…')
 
 
Riga 1: Riga 1:
  +
{{Title_4
  +
|{{Itranslation}} [[:fca:La moneda telemàtica, una eina per la pau - 2009|(Català)]] [[:fen:The telematic currency: an instrument for peace - 2009|(English)]] [[:fes:La moneda telemática, un instrumento para la paz - 2009|(Español)]] [[:ffr:La monnaie télématique : Un instrument de paix - 2009|(Français)]]
  +
}}
 
{{Title_3
 
{{Title_3
 
|'''[[La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009|La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009]]'''
 
|'''[[La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009|La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009]]'''

Versione attuale delle 23:51, 12 dic 2015

translation.png (Català) (English) (Español) (Français)
La moneta telematica: Uno strumento per la pace - 2009
Agustí Chalaux i de Subirà



Senza banconote vivremmo in un ambiente molto più sicuro, meno violento e con maggiore coesione sociale, poiché verrebbe meno il più grande alibi all'attività illegale nel mondo. La telematica implica necessariamente una grande speranza per tutti i popoli del pianeta, a patto che sia adoperata come strumento al servizio della libertà e dell'informazione di tutte le persone.

Agustí Chalaux i de Subirà (1911-2006), fondatore del Centro Studi Joan Bardina (1984) e la Scuola Finaly ( 1995), per tutta la sua vita ha studiato ed elaborato questo sistema economico, scientifico e razionalizzato.


Formato immagene